Capitali europee | Curiosità | Hashtags

Dimmi come ti chiami e ti dirò chi sei: capitali europee #whatsinaname

05/06/2018

Come ho più volte ripetuto, le città di cui solitamente parlo nel mio #whatinaname sono tutti luoghi che ho visitato in prima persona. La ricerca dell’origine del nome è un modo per rendergli omaggio, e capirne più a fondo le origini.
Sono molti i lettori che apprezzano questa rubrica (e che ringrazio), e chissà se si sono mai chiesti perché non ho quasi mai parlato delle “classiche” capitali europee. Ve la siete posta la domanda?? Vista la premessa le ragioni possono essere solo due: o non ci sono ancora mai stata, oppure ho cercato qualche informazione che però si è rivelata così poco “emozionante” da farmi passare oltre.

Entrambi i motivi sono, ovviamente, validissimi. Mi piacerebbe poter dire di essere stata in ogni paese del vecchio continente, ma di strada da fare ne ho ancora moltissima. Però i grandi classici “ce li ho” quasi tutti e sì, i loro toponimi hanno delle origini abbastanza “ordinarie”, che non mi avrebbero permesso, nemmeno con tutta la buona volontà, di buttare giù un post dedicato.
Per questo ho pensato di raggrupparle e fare un breve excursus. Ecco quindi #whatsinaname: Capitals edition!

L’origine del nome Belgrado: la città bianca

Il nome originario della capitale serba non era Belgrado, bensì Singidunum, dal celtico Singidūn. Fu infatti una popolazione celtica a fondarne il primo nucleo, ed il loro termine pare si avvicinasse molto al significato odierno: Beo (bianco) + grad (città) -> città bianca.
L’appellativo apparve per la prima volta su fonti scritte nel 787, durante la dominazione del primo impero bulgaro, e le venne dato dalle popolazioni slave che vi si insediarono a discapito dell’impero bizantino. Slavi che, al loro arrivo, scorsero come prima cosa l’imponente fortezza sul Danubio, costruita con pietra bianca ricavata in parte dalle pareti adiacenti l’ordierno Stadio Tašmajdan.
Fonti: 12 – la guida di Belgrade Walking Tours

L’origine del nome Berlino: palude

Berlino è stato luogo di confine già da tempi remoti. Le sue origini infatti non sono da attribuire a popolazioni germaniche, bensì slave.
Pescatori e commercianti fondarono il nucleo originario, per poi venire scacciati dall’espansione teutonica. Un segno, e grosso, l’hanno però lasciato: il nome della città. Nonostante lo stemma e le credenze popolari, Berlino non ha niente a che fare con l’orso (bear, Bär); la radice del termine sarebbe tutta slava, ed andrebbe ricercata nella parola “berl“, che significa palude, pantano.
Fonti: 12

L’origine del nome Bruxelles: casa nella palude

Molto simile a quello di Berlino è il significato del nome della capitale belga, Bruxelles.
La sua origine sarebbe da ricercarsi nell’antico olandese, e nello specifico nei termini Bruocsella, Broekzele o Broeksel, dove bruoc/broek sta per palude e sella/zele/sel per casa: casa nella palude. Il primo riferimento scritto della città con una variante dell’appellativo si deve al vescovo di Cambrai, che nel 695 parla di di Brosella.
Fonte: 1

L’origine del nome Budapest

Chiunque sia stato a Budapest, sa che la città è divisa in due parti dal Danubio, e che queste due parti secoli fa erano ognuna un’entità a sé stante: Buda, sulla collina, e Pest, a valle. Il nome della capitale ungherese è quindi l’unione delle due “metà della mela”, che a loro volta si portano dietro dei significati per lo più oscuri.
Alcuni sostengono che Buda sia un nome proprio, ed in particolare verrebbe attribuito a re Bleda, fratello di Attila; altri sostengono che derivi dalla parola slava voda, acqua, e che quindi il nucleo di Buda sorgesse in corrispondenza di Aquincum, importante città della Pannonia.

Contra-Aquincum si trovava invece al di là del fiume, ed era una roccaforte per respingere gli attacchi dei barbari; un famoso scrittore greco dell’epoca la chiamava Pession, che potrebbe essere all’origine di Pest. O in alternativa, Pest potrebbe derivare da peștera, parola slava per grotta.
Fonti: 12

capitali europee

Origine del nome Edimburgo: forte di Eidyn

Sui toponimi di origine scozzese avevo già parlato in un post dedicato, nominando brevissimamente anche la capitale Edimburgo.
Sulla splendida città in realtà non c’è molto da dire: l’origine gaelica Dùn Èideann si è trasformata in Din Eidyn, diventando poi Edimburgo. Sul fatto che Dun (il moderno burg) significhi forte/fortezza ci sono pochi dubbi, più problematica è la parte che si riferisce ad Eidyn, per molto tempo identificato con il re Edwin di Northumbria. Non si hanno però testimonianze che il sovrano sia mai stato in città, ma al momento altre spiegazioni non ci sono.

Origine del nome Parigi: città dei Parisi

Parigi, la città “illuminata”,  forse a sorpresa ha il nome più semplice da svelare.
La popolazione celtica dei Parisi fu la prima ad abitare la zona del III secolo a.C., dandole il nome di “Castrum Parisiorum”, evolutosi poi in Parigi. Tutto qua.
Fonte: 1

Origine del nome San Marino

Il nome della capitale (ed unica città) della più antica repubblica al mondo corrisponde con quella dello stato, ed è chiaramente dedicata a tal Marino. Ma chi era?
Leggenda narra che Marino fosse un tagliapietre originario di Rab, un’isola facente parte della colonia romana della moderna Croazia. Nel 257 d.C. Marino partecipò alla ricostruzione delle mura di Rimini, dopo che queste vennero distrutte dall’attacco dei pirati liburni. Una volta finito il lavoro, si spinse più nell’entrotetta sù sù fino alla cima del Monte Titano, dove fondò una comunità monastica indipendente, poi evolutasi nella repubblica che conosciamo ancora oggi.
Fonte: 1

Origine del nome Vaticano: giardino

Ci sono varie teorie intorno all’origine del nome del Vaticano: una divinità romana, Vaticanus; il verbo latino vaticinor, “predire”, poiché pare che la zona fosse ricca di oracoli ed indovini già dai tempi degli etruschi; infine, ipotesi più verosimile, il nome di un insediamento etrusco, Vatica o Vaticum, ovvero giardino.
Fonti: 12

Origine del nome Vienna: torrente della foresta

La capitale austriaca non ha una teoria comprovata per quanto riguarda l’origine del suo nome. In generale però ci sono due scuole di pensiero: coloro che sostengono che Vienna derivi da Vedunia, “torrente della foresta” (presumibilmente il Danubio), che poi avrebbe portato tedesco Wenia e Wien; coloro che sostengono che derivi dall’insediamento romano dal nome di origine celtica Vindobona, “il villaggio bianco/chiaro”. La radice Vindo– rifletterebbe il culto del dio celtico Vindos, variante questa che si sarebbe poi mantenuta degli appellativi ceco, slovacco e polacco (Vídeň, Viedeň e Wiedeń).
Fonte: 1

Origine del nome Vilnius

L’unica altra capitale nella lista che può far concorrenza a Parigi in quanto semplicità del nome è Vilnius, la capitale della Lituania. La città prende infatti il nome dal fiume che la attraversa, la Vilnia. A sua volta, Vilnia deriva dalla parola lituana vilnis (ondata, impeto) o vilnyti (riversarsi, sollevarsi). Questo probabilmente a causa del suo essere affluente del fiume Neris, “incontro” che avviene proprio in corrispondenza della città.
Fonte: 1

Allora, vi è piaciuta questa inusuale lista? Conoscevate qualcuna delle origini dei nomi di queste città?
Vi ricordo che nei mesi passati avevo già parlato di altre capitali, nello specifico Praga, Madrid, Lubiana, Bratislava e Zagabria.
Ci vediamo il mese prossimo!

  1. Mi piacciono tantissimo questi articoli sui nomi delle città perché sono un modo carino di saperne di più sulla storia (e sulle leggende di una città). Per esempio ricordo che quando studiavo storia delle isole britanniche già mi piaceva scoprire che il nomi di un qualche paesino sperduto nella campagna inglese derivava dal latino perché quello era stato un accampamento romano.
    Poi a volte ci sono le spiegazioni magari più banali ma non meno significative: per esempio si dice che il nome Cuneo del mio capoluogo di provincia derivi proprio dal fatto che la città abbia la forma di un cuneo (che fantasia eh? 😉
    Allora aspetto la prossima puntata!

    1. Ma sai che non c’avevo mai pensato che Cuneo potesse venire proprio dal cuneo??? Ma pensa te! Potresti avermi dato l’ispirazione per il mese prossimo Silvia, su Montepulciano non ho trovato molto ma vado a dare una sbirciatina a Siena ed Arezzo! Comunque a me l’ispirazione di indagare ai tempi della scuola non mi era mai venuta, meglio tardi che mai però…
      Buon fine settimana, un bacione e grazie :*

  2. Articolo interessante. Non mi sono mai soffermata su quello che il nome di una città significa. Però per esempio il mio paesello natio in Calabria si chiama Casabona che deriva da caso bono cioè da formaggio buono perché nei tempi passati era famoso per i formaggi che i pastori producevano.

    1. Ciao Vittoria, ti ringrazio! È un’idea che mi è venuta in mente ripensando alla leggenda che sta dietro alla nascita di Praga, così ho deciso di continuare. Sarebbero molto interessanti anche i nomi dei paesi più piccoli, ma già per molte città non è facile reperire informazioni. Il tuo è ancora famoso per i formaggi? Grazie di essere passata!

  3. Che carina questa idea. Sarebbe interessante farlo anche con le città toscane. Il mio blog parla di Toscana. Mi piacerebbe farlo anche con i nomi delle strada 😊

    1. Ciao corregionale! Che bello un blog che parla di Toscana, sicuramente da noi si nascondono nomi molto interessanti. Avevo scritto un post anche su Firenze, non so se l’hai visto. Comunque potrebbe essere un’idea farlo coi nomi delle strade, o anche con i borghi. Vediamo quando sarò a corto di idee con le città! Grazie di essere passata Simona, buona giornata.

  4. Davvero una bella rubrica. Non ho mai pensato all’origine dei nomi, li dò per scontati ed è un peccato. Ora mi vado a leggere gli altri post e d’ora in poi tra le curiosità e le cosa da vedere di una città, cercherò anche info sull’origine dei nomi!

    1. Ciao Roberta, ti ringrazio molto e sono felice che la mia rubrica ti piaccia.
      Più porto avanti il mio piccolo progetto, più scopro cose interessanti che rivelano molto sul passato di una determinata città, non a caso sto analizzando solo luoghi dove sono stata personalmente 🙂
      Se trovi qualche storia particolare fammi sapere, mi raccomando. Grazie di essere passata!

  5. Allora (sperando che il mio pc non si rifiuti di inviare), volevo dirti che è il primo post che leggo di questa tua nuova rubrica e sono subito fan!!! Non conoscevo nessuna dell’origine di questi nomi tranne Parigi, che come dici tu non è delle più interessanti! La foto di Vilnius che hai messo mi ha dato un brivido di emozione perché ricordo di aver bevuto un’ottima birra proprio davanti a quella bella sirenetta di fiume! ^_^ Ps: mio marito mi ha appena chiesto di mandargli il tuo link, vuole leggerlo anche lui che è appassionato di toponomastica e di cose slave! ^_^

    1. Mi dispiace che tu abbia dovuto mandare il commento due volte 🙁
      Ma mi fa piacere avere una nuova “adepta” alla mia rubrica! Quanto sarà interessante Vilnius? E quanto è buona la birra?? Ti dico solo che ci è piaciuta talmente tanto una che abbiamo ribaltato l’Europa e alla fine siamo riusciti ad ordinarne una scatola. Il bello dell’essere psicopatici.
      Uhhhh ringrazia il marito allora, io di toponomastica non ne so molto, ma le cose slave solo il pane quotidiano 😀

  6. Mi piace tantissimo questa idea e la trovo assolutamente unica. Non ho mai pensato che dietro ad un nome di una città, ci fosse un significato. Vado a curiosare il post precedente e attendo le tue prossime scoperte

    1. Ciao Sabrina, ti ringrazio per le tue belle parole! Io sono curiosa nell’animo, ed ho pensato potesse essere un’idea interessante ed originale, e la difficoltà nel reperire informazioni spesso mi da ragione soprattutto sull’ultima parte! Buona giornata, e grazie di essere passata.

  7. Interessante, ho scoperto tante nuove curiosità 🙂 certo che casa nella palude per Bruxelles le si addice, vista la piovosità del Belgio 😀 Pensa che Belgrado in alcune vecchie mappe ungheresi si chiama Fehérvár, letteralmente “castello bianco”.

    1. La lingua ungherese mi affascina tantissimo, ma dev’essere duretta impararla eh?
      Comunque anche in ceco hanno il proprio nome per la città, ed il significato è identico all’ungherese (ed al serbo ovviamente): Bělehrad! Sono in Italiano sembra altro a quanto pare xD

  8. Sempre bellissimi questi post Celeste! Parigi è stata l’unica “delusione”, speravo ci fosse una romantica leggenda alla base del suo nome, ma niente da fare! Interessante l’origine del nome San Marino, non ci avevo mai riflettuto pur essendoci stata varie volte.
    Un abbraccio

    1. Parigi è stata proprio “deludente”, ma per sua fortuna è capace di rifarsi in moltissimi altri modi!
      Nemmeno io avevo mai pensato a San Marino, e se è per questo nemmeno al Vaticano, ed entrambi mi hanno sorpreso piacevolmente! Buona settimana Silvia, un bacione :*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *