Capitali europee

Prossima fermata: Londra addobbata a festa

07/12/2018
Prossima fermata Londra

E così eccoci qua, in partenza per una metropoli vera, quel tipo di destinazione caotica ed affollatissima… ovvero ciò che ultimamente avevo cercato di evitare come la peste.
Ma è quasi Natale e siamo tutti (in teoria) più buoni, noi compresi. Abbiamo quindi messo da parte le nostre preferenze mesi fa (non che Londra in sè non ci piaccia, sia mai), fatto scorta di pazienza e prenotato i voli per noi e… le nostre mamme!
Con la mia condividiamo il tetto, ed ogni volta che siamo in partenza è sempre la stessa storia: “e perché non portate anche me, blablablabla, e siete cattivi, blablablabla“. La sua la vediamo due volte l’anno, e anche se si trattiene di più certe vibrazioni le senti. Così la Manu s’è trovata tra le mani il regalo di compleanno a sorpresa, la Hana un invito inaspettato. Noi? Eh, lo scopriremo solo vivendo…

Di certo c’è che il tempo a nostra disposizione sarà ridicolo. Pavel si è giocato tutte le rimanenti ferie col prossimo viaggio di Natale, e come se non bastasse abbiamo dovuto far coincidere orari ed aeroporti di arrivo e partenza del nostro volo bolognese con quello praghese. Della serie che lo stress aveva raggiunto livelli estremi già in fase di prenotazione…

Mi consola il fatto che SO che ne varrà la pena.
Intanto perché passerò un po’ di tempo con due Amiche (volutamente con la maiuscola) expat che non vedo da una vita e che mi mancano da morire, senza contare che Londra addobbata a festa è sicuramente uno spettacolo unico. Ne avevo visto un piccolo strascico durante il mio primo viaggio in UK agli inizi di gennaio del 2005, primissima volta in compagnia di una macchina fotografica digitale che non usai quasi per niente, vai a sapere poi perché.
Ne varrà la pena soprattutto perché spero di vedere la mia mamma finalmente tranquilla, ha bisogno di staccare il cervello tanto quando me e magari il viaggio, per quanto breve, sarà d’aiuto. Altrimenti la mollo lì, a sto giro lo faccio!!

prossima fermata londra

Il nostro programma per il fine settimana

Inutile dire che, visti i tempi stretti che più stretti non si può, ho dovuto calcolare tutto al secondo.
L’aeroporto di arrivo è quello di Luton, dove noi dovremmo atterrare stasera (venerdì 7) alle 23 e la Hana appena 20 minuti dopo. Ryanair ci imbarcherà (gratuitamente, vista la prenotazione prima del 31 agosto) il bagaglio, quindi ci sarà da aspettare un po’ dopo aver passato il controllo passaporti, per questo ho prenotato il bus della National Express fino a Paddington per le 00.30. Il viaggio della speranza non finirà lì, perché il nostro hotel si trova a Kensington, quindi pare che finalmente salirò su uno dei celeberrimi taxi londinesi, sperando di non dover lasciare in cambio un rene.
Per l’alloggio abbiamo apparentemente avuto una botta di cul fortuna. Ho bloccato una quadrupla in una delle zone più belle della città ad un prezzo dignitoso e con colazione inclusa grazie al titolo di Genius su Booking. Se penso ai tuguri e semi-tuguri delle volte precedenti, e al costo di una camera, mi sento male anche a distanza di anni.

prossima fermata londra

Già, le volte precedenti. Ho menzionato quella del 2005, ma da allora ci sono tornata in altre 3 occasioni, tutte brevissime tranne una, e questa sarà la 5°.
Sapete qual è la fregatura? Che sono sempre in compagnia di gente che vede la città per la prima volta, e che giustamente vuole dedicarsi ai classici tour. Non sarà diverso nemmeno stavolta, l’unico lato positivo è che almeno so dove andare a sbattere la testa.



Sabato 8 dicembre

Sabato mattina voglio iniziare alla grande con uno dei luoghi che amo di più al mondo, il quartiere Notting Hill; non solo il mercatino di Portobello però, dobbiamo fino a spingerci fino alla celeberrima blue door dietro la quale si nascondeva il timido Hugh Grant nei panni di William Thacker, mentre cercava di conquistare Julia Roberts/Anna Scott in uno dei miei film preferiti, Notting Hill appunto. Non che non ci sia già stata, ma è un piccolo must.

Da lì vorrei poi spostarmi nel cuore commerciale di Londra, Oxford Street. Non so se farmela tutta a piedi da Marble Arch o saltarne un pezzo scendendo a Bond Street, vedrò sul momento. Di certo c’è che che proseguiremo lungo Regent Street con una capatina a Carnaby Street. Per chi come me è nato degli anni ’80, almeno di nome la strada più cool di Londra. Ve lo ricordate il giornalino omonimo? Quello dov’era possibile comprare roba “punk”/alternativa? Ecco.
In più in questo fantastico angolo di Londra si nasconde Crumbs & Doilies, una pasticceria specializzata in cupcake che è una vera fonte di ispirazione per me, entrarci ed assaggiare qualcosa sarà un piccolo sogno che si realizza!

prossima fermata londra

Proseguiremo poi nella fotonica Piccadilly Circus, ed attraverso Leicester Square (M&M’s World non mi scappi) arriveremo prima a Neil’s Yard, che sono troppo curiosa di vedere, e poi a Covent Garden, altro angolo che amo alla follia. A seconda dell’orario potremmo posticiparlo alla domenica, perché prima che faccia notte c’è ancora da arrivare a Trafalgar Square/Parlamento/l’abbazia di Westminster/Buckingham Palace, il luogo che forse più di qualsiasi altro mia mamma sta aspettando di vedere! Prima di cena, capatina d’obbligo da Harrods ad ammirare le stratosferiche torte esposte al -1 (lo so, ho un problema); dopo cena, visto che dovrebbe essere aperto fino alle 22, si vira su Hyde Park ed il suo Winter Wonderland, il meravigliosissimo ed enorme mercatino di Natale.

prossima fermata londra

Domenica 9 dicembre

Domenica avremo tempo di girellare fino alle 17, ora in cui dovremo forzatamente salire sul treno che da Liverpool Street ci porterà all’aeroporto di Stansted. Vista la distanza di Kensington dalla zona, abbiamo dovuto trovare una soluzione per il deposito bagagli, optando per il servizio di Nannybag visti i prezzi assurdi alla stazione. Vi farò sapere com’è, incrociamo le dita! I nostri trolley dovrebbero trovare collocazione a Cannon Street, perfetta per l’unica visita prenotata per il week-end: lo Sky Garden! Dovremo essere lì per le 11.15 e non sto nella pelle, speriamo nel bel tempo.

Prima o dopo, dipende che ora facciamo, nel programma ho inserito la cattedrale di Saint Paul, una passeggiata obbligatoria lungo il Millennium Bridge, ed ovviamente il Tower Bridge con la Torre di Londra. Credo di aver messo troppa carne al fuoco il sabato rispetto alla domenica, quindi se ci avanza tempo potremmo recuperare eventuali “mancanze” o dedicarlo al Brick Lane market, altro luogo del quale ho sentito parlare un gran bene.

prossima fermata londra

E questo è quanto. Non ho idea se ce la faremo o meno a rispettare i piani, ho voluto inserire tutto ciò che personalmente ritengo un must da vedere durante un primo viaggio a Londra, più qualche piccolo sfizio personale. Mi affiderò alle mie tesore e alla certezza che, comunque vada, almeno per qualcuno sarà un’esperienza indimenticabile.
Al solito, potete seguire le nostre disavventure sia sulle Instagram stories che sulla pagina Facebook del blog, dove posterò dei piccoli resoconti serali. See you on the other side!
(ps: pensateci all’ora dei pasti e ridete alla faccia nostra, che ci toccherà tradurre i menù in italo-ceco)

  1. Che invidia, Londra sotto Natale! Ci sono stata una volta sola in questo periodo e ne vale assolutamente la pena (ma in realtà vale sempre la pena).
    Sai che anche io le ultime tre o quattro volte che sono stata a Londra ero insieme a gente che non ci era mai stata? Quindi abbiamo dovuto fare proprio i classici tour, mentre fossi stata da sola mi sarei dedicata ad altre zone. Ma tutto sommato di Londra non mi lamento mai 😉
    Buon viaggio ❤️

    1. Ti rispondo in ritardo Silvia, perdono!
      Premesso che non siamo stati al mega mercato di Natale allestito ad Hyde Park (mancanza di tempo e pure di voglia di fare a gomitate), gli altri mercatini in giro per la città erano carini e le decorazioni per le strade centrali bellissime, gli alberi però lasciamo perdere, tristi e spogli. Ho apprezzato soprattutto il lungo Tamigi in zona Tower Bridge da questo punto di vista, bellissimo!! E per fortuna sono venute con noi due amiche che abitano lì da anni e mi hanno fatto scoprire angolini per me nuovi e troppo belli!! Domani cerco di pubblicare un riassuntino! Baci Silvia!!

  2. Che viaggio Celeste! Un tour ricco che più ricco non si può! Aspetto i post del ritorno perchè adesso sono tremendamente curiosa di sapere se sei veramente riuscita a vedere tutto questo! E poi che figata le vostre mamme che partono con voi alla volta di Londra. E’ una cosa adorabile e fighissima al tempo stesso! Ma poi il taxi londinese lo hai preso? Spero con tutto il cuore che il rene sia ancora in tuo possesso! 😉
    Un abbraccio

    1. Simona ciao!!
      Non credevo di cavarci un ragno da un buco, anche le mie amiche quando gli ho sottoposto l’itinerario mi hanno guardato perplesse. Ed invece… il post su come è andata è uscito ieri sera, non ti anticipo niente e ti aspetto di là 😉
      Un bacione!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *