Capitali europee | Città europee | Paesi e borghi

Gite di un giorno da Praga con i mezzi: l’imbarazzo della scelta

02/03/2017

Così come Praga non è soltanto il suo centro storico, la Repubblica Ceca non è soltanto Praga. Per ovvie ragioni, a meno che non si arrivi in auto o si decida di noleggiarne una, la capitale rimane il punto di riferimento. Tuttavia, a poca distanza sorgono città e paesi facili da raggiungere con i mezzi e che meritano assolutamente una visita. Quindi se 4-5 giorni da dedicare a Praga vi sembrano troppi (e vi assicuro che non lo sono), ecco qualche idea per una gita fuori porta.

 

 

Premessa: per consultare gli orari di treni ed autobus, sito preciso ed autorevole è IDOS. I prezzi dei treni che riporterò qui sono di sola andata a persona, ci sono però sconti per l’opzione a/r o per gruppi dalle 2 persone in sù. I mezzi di trasporto sono solitamente puntualissimi ed economici, ragion per cui è semplice e conveniente organizzarsi per conto proprio.
Prometto che pian piano dedicherò uno spazio a ciascuno dei luoghi sotto riportati!

 

 

Karlštejn (30km)

La Repubblica Ceca può vantare centinaia tra castelli e palazzi, tra i quali Karlštejn è considerato IL castello. La sua costruzione fu commissionata (sorpresa sorpresa) dall’imperatore Carlo IV con lo scopo di custodire e proteggere i gioielli della corona e gli archivi di stato. Obiettivo raggiunto: la sua posizione strategica, arroccata su una collina, lo ha reso nel corso dei secoli quasi inespugnabile.
Si raggiunge in treno dalla stazione centrale in appena 40 minuti al costo di 55Kč. Una volta arrivati, c’è da fare un paio di chilometri in salita attraversando l’omonimo paesino. Ci sono vari tipi di biglietti disponibili per la visita della fortezza che partono dalle 330Kč.

 

 

Konopiště (50km)

Konopiště è uno dei castelli più visitati ed apprezzati di Boemia. È conosciuto per essere diventato la residenza dell’arciduca Francesco Ferdinando d’Asburgo nel 1914, e nel suo museo è addirittura esposto il proiettile con il quale il reale venne ucciso.  Bellissimo il parco all’inglese, che contiene un’orangerie e il giardino delle rose.
Il castello è aperto da aprile a novembre. Il modo più semplice per arrivarci è l’autobus dalla stazione di Praga Roztyly a Benešov; una volta raggiunto il paese (40 minuti circa, 56/63Kč), si può decidere se proseguire a piedi per circa 3km o prendere un altro autobus che in 5 minuti (costo 12Kč) vi porterà direttamente.

 

 

Terezín e Litoměřice (65km)

Terezín è una località tristemente nota per la trasformazione della sua “grande fortezza” (velká pevnost) in ghetto ebraico e campo di concentramento da parte della Gestapo durante la seconda guerra mondiale. La vicina “piccola fortezza” (malá pevnost) venne usata invece come prigione, ed si è conservata come era allora. Si stima che qui furono imprigionati circa 144.000 ebrei, dei quali 88.000 poi deportati ad Auschwitz e Treblinka. Sono acquistabili vari biglietti, per info e orari consultare il sito ufficiale.
Si raggiunge in autobus dalla stazione di Praga Holešovice in circa 50 minuti al costo di 90Kč (scendere alla fermata U Památníku).

Proseguendo di due fermate, e sempre allo stesso costo, è possibile visitare anche la città di Litoměřice, un gioellino alla confluenza dei fiumi Elba e Ohře. Molto bella è la sua piazza, che insieme alle due basiliche e alle mura meritano il vostro tempo. Credetemi, cercherete un po’ di “pace” dopo la visita alla fortezza.

Foto scattata da me nell’agosto 2013

 

 

Kutná Hora (80km)

Il centro storico, la chiesa di Santa Barbara e la chiesa di Nostra Signora di Sedlec fanno parte del patrimonio UNESCO. Sono queste, insieme al celebre ossario di Sedlec, alle mura e al piccolo castello le principali attrazioni di una città che nel XVI secolo era seconda per importanza solo a Praga.
Il modo più semplice per visitarla è in treno dalla stazione principale (50 minuti, 108Kč). L’ossario, che contiene circa 40.000 scheletri umani scomposti ed riassemblati in forma “decorativa”,  è distante dal centro circa 1,5km;  si raggiunge facilmente a piedi oppure con un trenino.

 

 

Teplice  (93km)

Ammetto che sono stata più o meno velatamente “invitata” da Pavel ad aggiungerla alla lista, visto che si tratta della sua amata città natale. Non fraintendetemi, bella è bella (specialmente se comparata alle sue vicine Most e Ústí nad Labem). Soltanto che passarci una giornata intera mi sembra eccessivo, a meno che non si voglia abbinare lo shopping. Rinomata per le sue terme curative, che nell’800 ospitarono tra gli altri anche Beethoven e Goethe, ha la particolarità di ospitare nella piazza del castello una chiesa cattolica ed una russa ortodossa.
Si raggiunge facilmente da Praga in treno (1.35h al costo di 174Kč) o ancora meglio in bus dalla stazione di Holešovice (1.10h al costo di sole 59Kč)

 

 

Plzeň  (100km)

Fortemente snobbata dal classico circuito turistico, è una città che invece ha tantissimo da offrire. Ad esempio può vantarsi di avere il campanile più alto della Repubblica Ceca, o di produrre una delle birre più conosciute al mondo, la Pilsner Urquell. È possibile visitare i birrifici, i sotterranei della città e la bellissima sinagoga, oltre che a rilassarsi nei suoi parchi.
Il modo semplice per arrivarci è l’autobus dal Praga Zličín, si impiega 1 ora al costo di 100Kč.

 

 

Karlovy Vary (130km)

La città sorge nella valle del fiume Teplá e deve il suo nome indovinate a chi? A Carlo IV ovviamente, che la fondò nel 1370. È la località termale più visitata e rinomata della Repubblica Ceca. Le sue acque, ad alta concentrazione minerale, sono usate soprattutto a scopo curativo. Karlovy Vary è famosa anche per il festival internazionale del cinema e per il liquore ceco per eccellenza, la Becherovka. I suoi collonnati ed i suoi sfarzosi edifici la rendono unica. Unico piccolo grande difetto: è letteralmente invasa da russi.
Si raggiunge in autobus con la compagnia Student Agency da Praga Florenc in 2.15h al costo di 165Kč.

 

 

Český Krumlov  (170km)

Anche se è il luogo più lontano da raggiungere, lo metto senza dubbio al primo posto tra le gite fuori porta. Il motivo è semplice: Český Krumlov sembra uscita dritta da una favola. È uno dei centri culturali più importanti del paese e rientra nel patrimonio UNESCO. Nonostante le dimensioni contenute, il suo castello è secondo per grandezza solo a quello di Praga. La sensazione che si prova nel camminare tra le sue stradine è impossibile da descrivere, va provata!
Ci vogliono 3 ore dalla stazione di Na Knížecí per raggiungerla, sempre su bus della Student Agency, al costo di 200Kč.

 

 

Brno (206km)

Dopo Praga, Brno è la città più grande della Repubblica Ceca e la più importante di Moravia. Conosciuta principalmente per il circuito automobilistico, il suo centro ha in realtà molto da offrire ed è letteralmente rifiorito nel corso degli ultimi anni. La Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo lo domina dall’alto della collina di Petrov, ma sono i teatri e le gallerie d’arte a distinguersi.
Si raggiunge in 2.5h sia in treno che in autobus (da Florenc) al costo rispettivamente di 140Kč e 210Kč. Entrambi i mezzi appartengono alla Student Agency, in alternativa c’è il treno della compagnia nazionale a 210Kč.

 

 

Dresda (150km)

Non solo Repubblica Ceca tuttavia: da Praga si può facilmente visitare anche Dresda, bellissima città tedesca subito dopo il confine. Ricostruita quasi totalmente dopo la seconda guerra mondiale, possiede un fascino unico e non a caso è soprannominata “la Firenze dell’Elba”.
Occorrono solo 2h per raggiungerla via bus (Flixbus o Student Agency da Florenc, entrambi a 300Kč), che in questo caso è molto più conveniente del treno.

 

Potrei andare avanti per giorni, ma queste sono senza dubbio le mete imperdibili. Ve l’avevo detto o no che c’è seriamente l’imbarazzo della scelta?
Avete già visitato uno o più di questi luoghi o avete intenzione di farlo? Raccontate!!

 

(n.b. vorrei poter dire che queste bellissime foto sono mie, ma sarebbe una bugia! Sono frutto di un’attenta selezione su Google)

 

Condividi:

  1. Wow!! hai visto tutti questi posti?! Se sì sei il mio idolo! Praga è splendida, è una città in cui tornerei molto volentieri. Tra tutti i posti che hai scritto nel post mi ispira tantissimo Český Krumlov, deve essere un gioiello, ma anche Karlovy Vary non deve essere niente male. Del primo infatti mi sa che mi era capitato sotto occhio qualche volo, ma non pensavo fosse così bella. Aggiunta alla lista! 😉 Complimenti per il blog e per le foto! Molto bello, complimenti! 😀

    1. Ciao Flavia, grazie mille per essere passata da “casa mia” 😀
      Tranne che per Konopiště (le residenze di caccia non mi attirano particolarmente), si gli altri posti li ho visitati.
      Český Krumlov è spettacolare, ci sono stata qualche anno fa e ti sembra veramente di essere nel paese delle favole. Mi piacerebbe tornarci ma da casa del fidanzato rimane molto fuori mano. Invece Karlovy Vary è abbastanza vicina, ci sono stata varie volte ed ha un fascino tutto particolare. Però… senti parlare solo russo, i negozi espongono cartelli solo in russo e di conseguenza i prezzi si sono alzati notevolmente. E’ un peccato. Però ci sono altre due cittadine termali “gemelle” più piccole ed altrettanto affascinanti, Mariánské Lázně e Františkovy Lázně, che non ho messo perchè raggiungerle con i mezzi è un’impresa!
      I tuoi complimenti mi fanno davvero tanto piacere, il tuo blog è uno spettacolo e da quando l’ho trovato lo sto “spulciando” tutto 😀

Rispondi