Città europee | Guida

Puente Vizcaya, il più antico ponte trasportatore del mondo

11/07/2017

Vi capita mai che il desiderio di visitare luoghi sempre nuovi si scontri con la voglia di approfondire la conoscenza di quelli già visti? A me in continuazione. Quante volte, di rientro da un viaggio, mi mangio le mani pensando a ciò che ho dovuto saltare o tirare via per mancanza di tempo. Ragion per cui ogni tanto tendo a tornare sul luogo del misfatto.

L'esempio più eclatante è senza dubbio la Spagna. In 9 viaggi sono riuscita a visitare solo Madrid (per ben 5 volte), Barcellona (2) ed i Paesi Baschi (2).
Dietro alle mille visite alla capitale ci sono anche motivi extra-culturali (che ve lo dico a fare), ma può vantare talmente tante ricchezza negli immediati dintorni che c'è sempre qualcosa di nuovo da fare. Alle già viste Toledo e Valladolid prima o poi aggiungerò almeno Avila e Segovia. Alla città catalana invece ho voluto dare una seconda possibilità, dopo che alla prima non mi aveva esattamente conquistato.

E poi ci sono loro, i Paesi Baschi. Dalla lista possiamo spuntare Vitoria-Gasteiz, il piccolo paesino di Eibar, la sorprendente Bilbao ed una maestosa opera entrata di diritto nel patrimonio UNESCO: il Puente Vizcaya.

Qualche cenno storico

Il Puente Vizcaya, conosciuto più comunemente come Puente Colgante, fu costruito per unire le due sponde alla foce del fiume Nervión senza interrompere il traffico marittimo e fluviale o creare massicce strutture in cemento. Progettato da Alberto Palacio, uno dei discepoli del celeberrimo Gustave Eiffel, il ponte fu ufficialmente inaugurato il 28 luglio 1893.
Il servizio di trasporto venne forzatamente interrotto per 4 anni durante la guerra civile spagnola (1936-1939), quando l'asse superiore fu fatto saltare. Il 13 luglio del 2006, l'opera è stata dichiarata patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, l'unica a carattere industriale di tutta la Spagna.

Struttura e funzionamento

Il Puente Vizcaya fu il primo ponte al mondo adibito al trasporto ad essere costruito in metallo. Palacio voleva una struttura in grado di trasportare persone e carichi senza essere di intralcio alle navi, per cui pensò ad una gondola che scorresse lungo l'asse superiore, al quale è stata letteralmente appesa attraverso 70 cavi di ferro.
Il ponte è composto da 4 colonne di ferro alte 61 metri, unite da un asse lungo 160 metri che si erige a 45 metri sul livello del mare. Le colonne sono ancorate attraverso massicci cavi di ferro a dei piloni di cemento che ne mantengono la stabilità.
Insomma, è davvero una struttura mastodontica!

Come raggiungere il ponte

Il Puente Vizcaya unisce le cittadine di Portugalete e Getxo, entrambe parte dell'area metropolitana di Bilbao. Raggiungerle è semplice e veloce: grazie alle due linee della metro, dal Casco Viejo ci vogliono appena 20 minuti sia per l'una che per l'altra. Attenzione però: per Getxo bisogna scendere ad Areeta.
Il costo è di 1,80€ a persona a tratta.

Sopra e sotto il ponte

Come ho specificato in precedenza, il Puente Vizcaya è adibito al trasporto. La traversata non è però riservata a carichi e macchine, ma anche a noi gente comune: la gondola ha infatti spazio per 6 auto, 6 tra moto e biciclette e ben 200 persone. La traversata dura appena un minuto e mezzo e parte ogni 8 minuti (durante il giorno, ogni ora di notte), 365 giorni l'anno, al costo di appena 0,40€. 
Le quattro colonne portanti ospitano invece 2 ascensori, grazie ai quali è possibile attraversare il ponte camminando sulla passerella e godendosi un panorama sicuramente spettacolare. Vorrei potervelo descrivere, davvero, ma le vertigini hanno avuto la meglio... il costo per il biglietto standard è 8€, 10€ con l'audioguida. Sul sito ufficiale sono elencate le principali informazioni.

Portugalete e Getxo

In entrambe le nostre visite (oops) al Puente Vizcaya, con l'opzione passerella scartata a priori, siamo arrivati a Portugalete e ripartiti da Getxo. Penalizzando così la seconda cittadina, che non abbiamo mai visitato a modo ad esclusione del quartiere di Areeta, dove si trovano una piccola spiaggia ed il monumento ad Evaristo Churruca, l'ingegnere che si è occupato della canalizzazione dell'estuario.
Portugalete sembra di un altro pianeta rispetto alla vicina. Palazzi che spuntano in ogni dove, stradine medievali e la Basílica di Santa María che svetta sopra a tutto le donano un grandissimo fascino. Plaza del Solar, affacciata sul lungofiume, ospita il municipio e da qui si snodano il viale alberato Manuel Calvo Kalea e quello Maria Diaz de Haro Kalea, che costeggia il fiume arrivando fino al porto. 

Articoli consigliati

Prima di lasciarvi, vorrei segnalare un articolo analogo sul blog A Spasso per la Spagna, dove troverete anche un video sul funzionamento della gondola. Ringrazio Stefania, una vera esperta di penisola iberica ed in particolare dei Paesi Baschi. Se cercate qualche informazione in proposito, sapete a chi rivolgervi!


Se avete in programma di visitare Bilbao, non dimenticatevi di questa meraviglia architettonica ed ingegneristica unica nel suo genere. 
E voi, avete mai attraversato un fiume tramite un ponte trasportatore?

    1. Ti assicuro che da sotto fa davvero impressione! Per me che soffro di vertigini non è il massimo, ma almeno la traversata “classica” dovevo farla. Fortunatamente la gondola non oscilla!
      Mi fa piacere averti fatto conoscere qualcosa di nuovo, grazie di essere passata :*

  1. Ciao! Il puente colgante è davvero bellissimo! Io l’ho attraversato in tutti i modi: passerella e navetta! Io non soffro di vertigini ma quando c’è molto vento, fa un po’ di paura anche a me EHHEHE Il motivo per cui Getxo e Portugalete sono molto diverse è il fatto che Portugalete è il paesino nato per ospitare le case della classe operaia (sponda sinistra) mentre Getxo è quella della classe ricca (infatti le case lì sono un sogno!). Ti lascio qui il mio articolo sul Puente dove si vede anche il funzionamento della navetta 😉
    https://www.aspassoperlaspagna.it/puente-colgante-e-i-suoi-3-modi-di-attraversarlo/

    1. Ciao Stefania!
      Ti ringrazio per il link, lo inserisco nel mio articolo per completarlo se per te va bene. Uhhhh non farmici pensare va, avrei paura anche ad attraversare con la navetta con il forte vento, immagino come sia sù in cima…
      Quello che più mi è piaciuto, a parte le case, è che Portugalete è proprio borgo medievale in certe parti, mentre Getxo (che come dicevo ho visto poco) sembra molto più piatto. Spero di tornarci un giorno, ci sono luoghi di cui non se ne ha mai abbastanza 😉
      Grazie ancora del link e di essere passata!

      1. Ciao! Grazie mille! Sei stata gentilissima 😉 Si, Portugalete è in salita mentre a Getxo cammini molto più tranquilla eheheh .. Pensa che a Portugalete ci sono dei tratti con le scale mobili 😂😂😂 Io avrei paura ad usarlo per passare con la macchina, quando piove (cioè molto spesso) proprio perché ci sono stati degli incidenti fatali e quindi la cosa mi mette un po’ ansia 😖😖😖

        1. Figurati, grazie a te per la segnalazione!! Sarà che abito in Toscana e quindi ai paesi stile Portugalete sono abituata 😀
          Buona giornata!!

  2. È un ponte davvero maestoso!!
    Tu mi capirai, mi piacerebbe vedere i Paesi Baschi per lo stadio San Mames di Bilbao 😄
    Peró non sono molto sicuro. Merita così tanto questa città?
    Ho visto delle foto e ahimè non mi ispirano troppo.

    1. Io ci sono stata al San Mames!! Perchè indovina? Qualcuno è tifoso anche dell’Athletic… abbiamo fatto il tour del vecchio stadio perchè non beccammo la partita, invece il campionato l’abbiamo visto nel nuovo. Da fare assolutamente, anche se i biglietti sono molto più costosi che in Italia.
      Su Bilbao prometto che prima o poi faccio un articolo, prometto! A me è piaciuta tantissimo, è diversa da qualsiasi altra città abbia mai visto. Finchè non sei lì non puoi rendertene davvero conto, quindi vacci vacci vacci!
      E grazie di essere passato
      (prima o poi farò anche un articolo sugli stadi, ma anche lì aiuto!)

    2. Ciao! Scusa se mi intrometto ☺️ La bellezza di Bilbao è molto soggettiva ed è particolarmente accentuata se la si visita con qualcuno del posto 🙂 San Mamés è molto bello (quello nuovo, perché il vecchio era un po’ triste, considerato il più vecchio di Spagna, era chiamato la Cattedrale). Secondo me quando piove molto, Bilbao diventa un po’ triste, ma ha tantissimo da offrire, soprattutto per quanto riguarda la natura e la cultura vasca. Dal processo di rinnovamento, molte cose sono cambiate e Bilbao si sta trasformando sempre più in metropoli, lasciando indietro il suo passato di città grigia e poco sicura. I Paesi Baschi sono un mondo a parte e ti consiglio caldamente di visitarli perché ti rimarranno nel cuore 🙂 ciao!

  3. Il ponte fa quasi paura nella sua inponenza! Non lo conoscevo 😱
    Comunque capisco benissimo il tuo desiderio di tornare in luoghi già visitati. Capita spesso anche a me.

    1. Tra la struttura in sè e quei cavi lunghissimi che sembrano sprigionarsi da ogni lato, un po’ di paura la fa, decisamente! Ma allo stesso tempo è ciò che lo rende bellissimo 😉
      Ci sono dei luoghi dove si lascia un pezzo di cuore, c’è poco da fare. E riscoprirli per me ha una valenza anche maggiore dell’esplorare qualcosa di nuovo.
      Grazie di essere passata Roberta, un bacio!

  4. Quanti ricordi!
    Ho visitato i paesi baschi l’anno scorso e ricordo il pomeriggio passato a Portugalete con moooolto piacere!
    Quindi anche tu amante della Spagna? Io in totale ci sono stata 4 volte, ma sempre in zone diverse. Non ne vado matta, ma ogni tot anni ne sento la mancanza! 😊

    1. I Paesi Baschi sono splendidi!
      Io vado matta per la Spagna, ma come dicevo sono abbastanza abitudinaria in certe cose. Infatti sto già pensando ad un altro viaggetto a Madrid! Adoro la gente così cordiale, il cibo che mammamia, il fatto che si spende il giusto e che ci sono tante cose splendide da vedere.
      Cos’hai visitato te a parte i Paesi Baschi? Baciotto, grazie della visita!

  5. Questa è una novità per me: non ho mai visto un ponte trasportatore!
    Comunque anche io devo sempre lottare con la voglia di vedere posti nuovi e la tentazione di tornare in posti che ho già visto per approfondire la consoscenza.

    1. Ciao Silvia, nemmeno io l’avevo mai visto prima ma è stata un’esperienza super interessante!
      Mi fa piacere vedere di non essere la sola allora… anche perchè a distanza di anni i luoghi si trasformano, e magari una città che non ti aveva convinto ti entrerà nel cuore. Un po’ come Amsterdam per te 😉
      Grazie di essere passata 😀

  6. Particolarissimo, non lo conoscevo. Mi piace che si possa visitare, la passerella mi ispira tanto.. 😍 anch’io soffro un po’ di vertigini ma in casi come questi mi faccio coraggio, stritolo la mano al marito e passa tutto 🙂
    Perdonami la domanda off topic: se dovessi andare nei Paesi Baschi per la prima volta, quanti giorni minimo mi consigli? Grazie!
    Bacini

    1. Noi siamo due fifoni, guardavamo la passerella dal basso scuotendo direttamente la testa…
      Guarda, dipende cosa vuoi visitare. Io sono stata solo nei posti che ho elencato nell’articolo, e direi che per Bilbao+Puente ci vogliono 3 giorni, Vitoria-Gasteiz la si può fare anche in uno pieno. So che merita anche San Sebastian, ma non la conosco. Quindi per la prima volta ti consiglierei 4-5 giorni 😉
      Hai in programma di andarci?
      Un bacio, grazie di essere passata!

      1. Grazie mille cara! A brevissimo no, ma quando qualcosa mi colpisce come in questo caso mi prendo un po’ di appunti così se capita il volo ad un buon prezzo sono preparata 🤣🤣🤣
        Baci!

  7. Che imponenza! Non avevo capito che si potesse attraversare, credevo fosse riservato alla movimentazione di merci e similari! Che figata! Se capito da quelle parti non me la perdo come esperienza…se non altro per omaggiarne la tecnica ingegneristica davvero peculiare!
    Grazie per aver parlato di questa novità (almeno per me) 😉

    1. A vederlo da lontano sembra assolutamente riservato alle merci! Meno male che caricano anche le persone, non passerei per quella passerella nemmeno sotto tortura…
      E’ senz’altro un must se capiti in zona, non avevo mai visto un’opera simile, ti rapisce!
      Ma grazie a te per il tuo commento, buona giornata 😀

  8. Celeste è veramente impressionante. Guarda anche io ho problemi di vertigini, ma forse opterei per la passeggiata. Anzi, andata “teletrasportata” e ritorno panoramico 😉. Giusto per provare tutto!
    Devo anche dire che la struttura ha un fascino unico, d’altri tempi. Elegante e moderno al tempo stesso.
    Ma sopra ogni cosa, mi hanno colpito le foto della cittadina. Mi trasmette un senso di accoglienza, di pace. Ma non chiedermi perché.
    E poi diciamolo. Chi sono io per contestare il tuo abbonamento alla Spagna? Quando io stessa sono tornata diverse volte? Facendo di Barcellona la mia casa del cuore? Tifando pure Spagna (parlo di moto non di calcio). Insomma, mi sembra il posto giusto per andare a viverci con Sam 😂😂😂!
    Baci,
    Claudia B.

    1. Ahhahahah ma Sam in Spagna si ustiona peggio di noi secondo me xD xD
      Comunque guarda, sono stata tentata di salire, ma mi venivano le vertigini al solo guardare la passerella dal basso… non era proprio il caso. Sono d’accordo, il paesello è veramente molto bello e caratteristico. Che te lo dico a fare, io spero di tornarci per una terza volta. E comunque anch’io tifo Spagna (nel calcio però!).
      Bacissimi e grazie ancora 😀

Rispondi