Capitali europee | Guida

Praga alternativa: 15 luoghi imperdibili fuori dai soliti percorsi

10/10/2017

Il mio amore per Praga, si sa, è sconfinato, ed ogni volta che mi ritrovo a vagare tra i suoi vicoli sembra addirittura crescere. Il segreto sta nell'uscire dai soliti percorsi turistici e scoprire il lato più nascosto, e forse più autentico, della città che mi ha rubato il cuore da ormai 17 lunghi anni.

Il che è più facile a dirsi che a farsi: nonostante ci sia tornata un numero indefinito di volte, nonostante ci abbia vissuto per 5 indimenticabili mesi, nelle poche ore risicate che riesco a ritagliarmi ogni estate ed ogni inverno il richiamo dei "soliti posti" è quasi assordante. Provateci voi a passare vicino a Piazza della Città Vecchia e non fermarvi a contemplare inebetiti l'orologio, o resistere alla tentazione di attraversare il Ponte Carlo, fotografando ogni angolo ed ogni statua come se fosse la prima volta.

Quindi, che sia il vostro primo viaggio nella capitale ceca, o che non vi stanchiate mai di tornarci, ecco qualche suggerimento per godervi al meglio una Praga alternativa. Senza allontanarsi necessariamente dal cuore della città.

(Nel post verranno riportati solo i luoghi da me effettivamente visitati, per cui in futuro verrà -spero- integrato. Seguiranno approfondimenti su ciò che ritengo più significativo. Tutte le foto sono state scattate da me).

Praga alternativa: il giardino dei Francescani

Il giardino dei Francescani (Františkánská zahrada) è una piccola oasi di pace nel cuore della città, proprio di fianco a Piazza Venceslao. Nonostante la posizione, in pochi conoscono questa gemma nascosta e frequentata per lo più dai locali. Il mio consiglio spassionato è di munirsi di un paio di chlebíčky o di una delle magnifiche fette di torta da Ovocný Světozor, all'interno dell'adiacente Pasáž Světozor, e rilassarsi sulle sue panchine bianche. In estate, gli archi di metallo che le sovrastano si colorano di rose in fiore, ma vi assicuro che sono splendide anche in inverno, magari coperte di neve. Al centro del giardino, alberi da frutta ed un orto di erbe aromatiche lasciato in ricordo degli antichi proprietari, i frati francescani e carmelitani. 

Praga alternativa: Lucerna

Lucerna racchiude in sè un mondo a parte. Al suo interno ci sono infatti un cinema, una galleria d'arte moderna, un club (il più frequentato di Praga), la Sala Grande (dove si tengono importanti concerti), varie caffetterie e ristoranti, negozi ed uffici. All'ingresso, lungo il pasáž, troverete ad accogliervi una delle opere più famose di David Černý, il cavallo appeso e montato da San Venceslao in modo non proprio convenzionalePare che Černý, dissacrante come al solito, volesse fare il verso alla ben più famosa scultura che svetta nell'adiacente Piazza Venceslao.

Praga alternativa: le opere di Černý

Il cavallo non è la sola opera del celebre artista ceco che possiamo trovare in giro per la capitale. Sparse per Praga ce ne sono molteplici, ed andarle a scovare è un'attività divertente e molto stimolante. La testa rotante di Kafka, i babies all'esterno della galleria Kampa, Freud appeso, i due uomini che "scrivono" con la pipì sulla sagoma della Repubblica Ceca, i bambini che si arrampicano lungo la torre della televisione sono solo alcune, le più conosciute. La figura di Černý è ormai legata in maniera inestricabile alla città, che attraverso le sue opere, mai banali, può essere capita ancora di più a fondo. 

Praga alternativa: la torre della TV ed il quartiere di Vinohrady

I babies di Černý si ritrovano a "gattonare" sulla superficie dell'edificio più alto, e senza dubbio anche più brutto, di Praga: la torre televisiva di Žižkov (Žižkovská televizní věž). Con i suoi 216 metri d'altezza, è parte integrante dello skyline cittadino, al pari delle splendide guglie di chiese e palazzi. In sua difesa, bisogna ammettere che la vista che si gode dalla piattaforma panoramica vale il prezzo del biglietto. 
Ai piedi della torre si estende il quartiere di Vinohrady, uno dei più belli ed eleganti della città. Ricco di locali e punti d'interesse, vagabondare tra i suoi palazzi in stile art nouveau e neorinascimentale vi porterà dritti in un'altra epoca. Di particolare interesse sono Piazza Jiřího z Poděbrad (Náměstí Jiřího z Poděbrad) e Piazza della Pace (Náměstí Míru) con la splendida chiesa di Santa Ludmilla. 

torre tv praga

Praga alternativa: le opere cubiste

Il cubismo a Praga è stato vissuto in modo molto viscerale, tanto che si è tradotto non solo in pittura e scultura, ma anche e soprattutto in arredamento ed architettura. Due gli esempi più significativi: la casa della Madonna Nera (Dům U Černé Matky Boží), che ospita anche il museo del cubismo, ed il lampione cubista, pezzo unico nel suo genere, nascosto dietro il palazzone Bat'a in Piazza Venceslao. 

Praga alternativa: la Casa Danzante

Rimanendo in tema di architettura non convenzionale, non si può non tirare in ballo la Casa Danzante (Tančící dům). Chiunque abbia visitato Praga ha una foto ricordo dall'esterno, ma in pochi si addentrano fino alla sua terrazza/caffetteria. Se si vuole godere della vista sulla Moldava e sul castello da una prospettiva diversa, e in pace quasi assoluta, è l'ideale.

Praga alternativa: la cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio

Non lontana dalla Casa Danzante si trova la cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio (Katedrální chrám sv. Cyrila a Metoděje), appartenente alla chiesa ortodossa. L'edificio religioso non è famoso solo per la sua architettura barocca, ma soprattutto per essere stato teatro della tragica fine dell'operazione Anthropoid. L'esposizione gratuita allestita nella cripta mantiene viva la memoria delle gesta dei due paracadutisti cecoslovacchi, Jan Kubiš Jozef Gabčík, artefici dell'attentato al governatore del Protettorato Reinhard Heydrich. Prima di addentrarsi in una visita decisamente toccante, per farsi un'idea sui fatti consiglio la visione del film Anthropoid (2016).

Praga alternativa: piazza Carlo

A poca distanza dalla cattedrale, si estende piazza Carlo (Karlovo náměstí), la piazza più grande della città. Deve il nome a Carlo IV, che la istituì a seguito della fondazione della Città Nuova nel 1348 come spazio adibito al mercato del bestiame. Oggi è occupata in buona parte da un bellissimo parco, dove ci si può rilassare e leggere un buon libro o, perchè no, giocare a scacchi. Nella parte nord è collocato il municipio della Città Nuova, che ospita un'esposizione sulla storia del quartiere; la vista dalla torre sulla piazza è suggestiva, ma non indimenticabile.  

piazza Carlo praga

Praga alternativa: le torri del Ponte Carlo

Rimaniamo in tema Carlo IV, con l'opera da lui voluta che ha più fama: il Ponte Carlo. La costruzione è una delle più visitate di Praga, ma lo stesso non si può dire delle due torri che svettano alle sue estremità. La vista che si gode da entrambe le cime è stupenda, ed incredibilmente non sono nemmeno affollate. Guardare scorrere quel fiume di gente sotto i vostri occhi mentre voi dall'alto vi state rilassando e sognando di fronte ad un panorama unico è impagabile!

Praga alternativa: il giardino Kinský

Sul fianco sinistro della collina che ospita la torre di Petřín si estende un altro, bellissimo parco: il giardino Kinský (Zahrada Kinských). Spesso ignorato a favore del più celebre vicino, è  mio avviso una tappa imperdibile. Oltre ad una vista da togliere il fiato, il giardino nasconde delle vere e proprie gemme, come una piccola cascata, un laghetto e soprattutto la chiesa ortodossa orientale dedicata all'arcangelo Michele, costruita interamente in legno e trasportata a Praga da Medvedovce (attuale Ucraina).

giardini kinsky praga

Praga alternativa: Vyšehrad ed il cimitero monumentale

La collina di Vyšehrad non rientra ancora nel classico itinerario turistico, e la ragione mi è del tutto incomprensibile. Si dice che qui fosse sorto il nucleo originario della città e che da qui la mitica principessa Libuše abbia profetizzato la nascita della gloriosa Praga. Il piccolo parco è una verdissima oasi di tranquillità, la basilica di San Pietro e Paolo una gioia per gli occhi (ahhh quelle porte!), la vista sul fiume e sul castello uno spettacolo. A completare il quadro, il suggestivo cimitero monumentale che ospita le spoglie di molti personaggi illustri della storia ceca dal XIX secolo in poi (Neruda, Mucha, Dvořák sono solo alcuni).

Praga alternativa: il teatro nazionale e Národní třída

Il Teatro Nazionale (Národní divadlo) è un altro dei simboli della città, a rappresentazione di quanto la musica e le opere teatrali siano importanti per il paese. Una visita dall'esterno è il minimo, ma riuscire a vedere un'opera è un'esperienza unica. Dietro il teatro, quella che era conosciuta col nome di Piazzetta Národního divadla è stata rinominata Náměstí Václava Havla, in onore del primo presidente ceco.

Il teatro si trova lungo il tratto finale del Viale delle Nazioni (Národní třída), una delle strade storicamente più importanti di Praga: qui nacque il Laterna Magika, qui si trovava il punto d'incontro dei promotori della Rivoluzione di Velluto. Al numero 16 c'è un'originale placca in memoria degli studenti che subirono violenze nel 1989, dalla parte opposta della strada uno degli edifici in stile liberty più belli della città. Se siete stanchi di camminare, potete invece optare per una delle caffetterie storiche: la Kavárna Slavia e il Café Louvre.

lungofiume praga

Praga alternativa: l'Hotel International

No, non sto facendo pubblicità ad una struttura, ma soltanto indicando l'opera maestra del realismo socialista di Praga. La sua costruzione fu voluta dall'allora ministro della difesa Alexej Čepička su modello delle celeberrime sette sorelle moscovite.

Praga alternativa: il quartiere di Troja

Vorrei chiudere con uno dei quartieri che più mi è caro: quello di Troja. Per usufruire di tutte le attività che offre, ci vuole almeno una giornata. Qui infatti si trovano il bellissimo zoo (indicato come il quinto al mondo), il giardino botanico ed il palazzo. Personalmente non c'è partita: considero lo zoo di Praga innovativo ed ideale per trascorrere qualche ora di relax. Il parco si estende per ben 58 ettari, gli animali hanno tantissimo spazio a loro disposizione e gli habitat naturali sono perfettamente riprodotti. Non a caso, è nato nel 1931 proprio per "promuovere lo studio della zoologia, proteggere la fauna selvatica ed educare il pubblico".

Spero che la mia Praga alternativa vi abbia incuriosito e vi abbia invogliato a tornare nella capitale ceca, o a visitarla per la prima volta. Sono ancora innumerevoli gli angoli da scoprire, ma prometto che mi sacrificherò per voi!
Qual è il luogo che, tra quelli elencati, sareste più curiosi di esplorare? E quali avete invece già esplorato?

  1. nooooo ne ho viste solo 8 di queste! E non sai quanto sto rosicando per essermi persa l’Hotel International!
    Sono felicissima che anche tu abbia visitato la cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio e la sua esposizione! A me ha fatto venire i brividi, ma ogni volta che parlo con chi è stato a Praga, nessuno la conosce! Ora mi sento meno sola! 🙂

    1. Dai che 8 non è mica male, sei decisamente sopra alla media 😉 L’hotel International si trova abbastanza fuori dal centro, bisogna andare lì apposta e non credo sia particolarmente segnalato.
      Anche a me quella cattedrale ha fatto venire i brividi, pensa che avevo visto per caso il film sull’argomento un paio di settimane prima, anche se Pavel già mi aveva accennato degli avvenimenti. È è pezzo importantissimo della storia ceca, dovrebbero dargli più risalto! Meno male che noi siamo avanti, hihih!
      Un bacione, grazie di essere passata!

  2. Quando riuscirò ad andare a Praga ti assumerò come guida ufficiale 😉 Ogni volta che leggo un articolo o vedo una foto su questa città mi rendo conto che mi piacerebbe tantissimo. Ho sentito parlare per la prima volta delle statue di Černý solo poco tempo fa e mi incuriosiscono molto. Ma la cosa che vorrei vedere appena arrivata è sicuramente l’ottava sorella!

    1. Silvia, ben volentieri!!
      Sarebbe davvero un piacere farti da guida. E sono sicurissima che ameresti Praga. Le statue di Černý sono una più particolare dell’altra, non saprei quale scegliere. Pensa che per l’entrata della Repubblica Ceca nella comunità europea gli fu commissionata un’opera dal governo per “immortalare” il momento, ma la tolsero quasi immediatamente perchè considerata “offensiva” da molti degli altri paesi membri.
      L’ottava sorella non la considera nessuno, sarebbe una visita in totale tranquillità 😉
      Grazie di essere passata, un bacione!

  3. Quanti suggerimenti particolari. Di due visite a Praga, ho visto ben poche attrazioni alternative. Grazie a te ho scoperto anche la possibilità di salire sulla casa danzante.. la prossima volta non mi scappa 🙂

    1. Roberta… urge una terza visita allora 😉
      Anche perchè oltre alla città ci sono tantissimi altri luoghi nei dintorni che meritano assolutamente attenzione!
      Grazie di essere passata, buona giornata!

  4. Che belle queste foto Celeste, sono tutte tue? Complimenti!
    Io sono stata a Praga solo 4 giorni l’anno scorso, tra l’altro facevo da tour leader per un viaggio organizzato quindi avevamo un programma da rispettare e tempi molto serrati… però per fortuna sono riuscita a vedere buona parte delle cose che hai elencato! Mi piacerebbe salire sulle torri del Ponte Carlo la prossima volta che ci torno, adoro le viste panoramiche!

    1. Diletta ti ringrazio, si sono tutte mie 😀
      Ne ho una quantità imbarazzante e scegliere non è stato facile, anche perchè di molti posti non mi soddisfano…
      Che bello dev’essere fare la tour leader, soprattutto a Praga. E se hai visto quasi tutto, davvero tanto di cappello.
      In futuro scriverò anche un articolo su tutte le migliori viste panoramiche, ma ancora devo testarne 3-4!
      Grazie di essere passata, un bacione.

  5. Mmmmmmm… sono messa male, ne ho viste pochissime nei miei due giorni a Praga (sigh sob!), però così ho un altro motivo per tornare!! È sempre interessante scoprire la Repubblica Ceca e Praga attraverso i tuoi articoli, spero di poterci tornare al più presto! Mi incuriosisce molto Lucerna e voglio assolutamente andare alla collina di Vyšehrad, che la volta scorsa mi è sfuggita perché non abbiamo avuto abbastanza tempo. Grazie per tutti questi spunti, un bacione!

    1. Silvia, checchè ne dicano gli altri, per vedere Praga come si deve occorrono almeno 3 giorni pieni, sembra che dovrai proprio tornarci!
      Mi piace che il mio blog mi dia la possibilità di far scoprire altri lati della città, ed altre destinazioni ceche di cui non si parla mai.
      Lucerna è particolarissimo, di Vyšehrad ti dico già che te ne innamorerai. È da troppo tempo che non ci torno, devo rimediare anch’io!
      Un bacione, e grazie ancora <3

  6. Celeste, ogni volta che parli di Praga mi fai venire voglia di andarci al più presto! Mi piacciono le attrazioni alternative, prenderò appunti 🙂

    1. Beatrice, è proprio questo l’intento 😀
      Allora devi cominciare ad organizzarti, dai dai!!!
      Per te abituata alla Scozia, sarà davvero una passeggiata.
      Un bacione, grazie di essere passata!

  7. Noi non siamo mai stati a Praga 😭 non è un reato vero? ahah però è sulla nostra wishlist e non vediamo l’ora di andarci! ho salvato questo post tra i preferiti così avremo qualche informazione interessante in più quando andremo!

    Piacere di averti conosciuta comunque! 🙂

    Chiara

    1. Ciao Chiara, benvenuta sul mio blog!

      Mmmmmmm, no non è (ancora) un reato, ma dovete rimediare 😉 Già il fatto che sia sulla vostra wishlist è positivo, ti assicuro che ve ne innamorerete! Quando arriverà il momento, se avrete bisogno di qualche info in più contattami pure.

      Piacere mio, appena ho un attimo di tempo vengo a dare una sbirciatina sul blog.
      Buon fine settimana e grazie di essere passata!

  8. L’Hotel International sarà la mia prima missione se un giorno tornerò Praga! *_* Il teatro (meraviglioso) e lo zoo li ho visitati. Di Lucerna invece ne ignoravo proprio l’esistenza! Non ricordo se ti ho già detto sta cosa: di tutte le città europee Praga è l’unica che ogni tanto mi restituisce dei flash nella memoria, come delle sensazioni e dei ricordi che mi afferrano all’improvviso. Mi sa che ha lasciato il segno! 😉

    1. L’hotel International avrà un inaspettato boom di visite allora! Lucerna è famosissima ma un po’ nascosta se non si sta attenti, e soprattutto non sembra che l’interno sia così enorme!
      No non me l’avevi detta questa cosa, però anche a me succede e vuol dire che ti sta richiamando… vai parti! Ed abbinaci ad esempio Český Krumlov, nel fossato del castello hanno un tuo parente <3
      Buona settimana Orsa, grazie di essere passata.!

  9. Quale mi incuriosisce di più? Credo non ce ne sia uno che non mi ha convinta! Hai destato la mia curiosità, persino con lo zoo. Ed è tutto un dire, considerando che in genere non sono una fan di questi posti. Eppure, è fantastico pensare che sia stato ricreato l’habitat ideale per ogni animale, in questi spazi vastissimi.
    Voglio dirti Celeste, che pur essendo stata a Praga anni fa, ho visto soltanto i monumenti più conosciuti. Ed oggi, hai suscitato in me un’immensa voglia di partire! Dove hai trovato queste chicche? So che tu e Praga avete un lungo rapporto d’amore, ma credimi se ti dico che, stavolta, hai veramente dato il meglio di te!
    Ho apprezzato ognuna delle tappe da te descritte, ma ho lasciato gli occhi su quella vista mozzafiato dalle torri del Ponte Carlo…. Forse perché sono lì a portata di mano, Ma nessuno coglie l’occasione di salire.
    Un articolo fantastico, che ancora una volta dimostra come, anche i luoghi più famosi, hanno angoli tutti da scoprire…. Praticamente sotto gli occhi delle persone, ma invisibili
    Bacioni,
    Claudia B.

    1. Anch’io non amo particolarmente gli zoo, ma credo che purtroppo qui in Italia di validi ce ne siano veramente pochi. In quelli della mia zona pensa che hanno fatto anche servizi a Striscia, quelli li farei chiudere subito e butterei in galera a vita chi maltratta quelle povere bestioline. Certo, non sarà mai come nel vero habitat, ma a Praga hanno davvero fatto uno splendido lavoro per la maggior parte. E pensa che le terribili alluvioni ne hanno distrutto la metà per ben 2 volte dal 2002.
      Comunque posso assicurarti che queste sono solo alcune delle chicche più o meno nascoste, ho una lista infinita di altri posti interessantissimi da visitare!
      Ti ringrazio per le tue belle parole, sai benissimo quanto ci tengo e quanto ti stimo <3
      Un baciotto e grazie ancora!

  10. Lo zoo di Praga è stato il primo che ho visitato in assoluto e, tralasciando che si tratta sempre di uno zoo e preferirei vedere gli animali nei loro ambienti naturali, ne conservo un bel ricordo! Però non sapevo che il nome del quartiere fosse Troja :O devo salire sulle torri del Ponte Carlo. Assolutamente.

    1. Di solito anch’io non amo particolarmente gli zoo, ma diciamo che quello di Praga è nato e si è sviluppato per il giusto scopo, ovvero salvaguardare specie in pericolo. Pensa che hanno contribuito a salvare dall’estinzione i cavalli Prewalski, e proprio qualche mese fa li hanno riportati nel deserto del Gobi per ripopolarlo. Sono felice di dare un contributo ad un luogo simile quando posso!
      Eheheeh si, il nome del quartiere per noi suona un tantino strano xD
      Le torri del Ponte Carlo sono spettacolari, anche perchè sotto di te vedi il panico di gente e te dall’alto stai lì a goderti un panorama incredibile praticamente in solitaria!
      Buona giornata Anna, grazie di essere passata :*

Rispondi