Capitali europee | Celeste | Città europee | Storie

Il mio 2017: i viaggi di un anno in un post

01/01/2018

Con l’anno nuovo, arriva anche il tempo di bilanci.
Ammetto che non mi piace farne né molti, né tantomeno appronfonditi. Quello che va e non va nella mia vita ce l’ho ben chiaro, così come ho chiaro che i viaggi continuano ad essere uno dei miei punti fermi, una delle pochissime cose di cui non potrei mai e poi mai fare a meno.
Il mio carissimo blog in questo senso mi ha dato una spinta ed un supporto decisivi, permettendomi di mettere nero su bianco itinerari ed emozioni degli ultimi 12 mesi.

Certo è che lo scorso febbraio, quando mi sono trovata a stilare la lista dei miei #traveldream2017, avevo tante idee e pochissime certezze; 1 “sogno” realizzato su 9 è una media ridicola, ma se ripenso ai miei viaggi, so che il principale l’ho portato a termine, e che alcuni luoghi completamente “fuori programma” mi hanno conquistata.
Eccolo quindi il mio bilancio, direttamente dal divano del salotto dei nostri amici (nonché insostituibili compagni di viaggio) a Most, nel nord/ovest della Repubblica Ceca, probabilmente una delle più brutte di tutta Europa. Per fortuna, di bellezze in questo 2017 ne avevo già fatto il pieno!

L’anno è iniziato in Polonia, una terra che continua ad affascinarmi terribilmente. Non posso dire di aver visitato Poznań come avrei voluto, è una città che ovviamente dà il meglio di sè in stagioni più calde. Ma i colori della sua piazza li ho ancora davanti agli occhi, così come la straordinaria cioccolata calda all’angolo.

Appena 3 settimane dopo il ritorno dalla Polonia e dalla Repubblica Ceca, durante l’ultimo week-end di gennaio, abbiamo avuto modo di sfruttare un graditissimo regalo natalizio arrivato dalla mamma di Pavel: biglietti aerei per la nostra amata Edimburgo. Tanti i chilometri macinati, tantissime le ragioni per continuare a tornarci all’infinito.

Febbraio è sempre un mese “morto” per noi, abbiamo quindi deciso di ravvivarlo un po’ approfittando di una domenica senza calcio per visitare uno dei borghi più belli d’Italia, a poco più di un’ora di macchina da casa: Spello. Era la mia prima volta nel paesino umbro, e ne sono rimasta completamente stregata. Sulla strada del ritorno, abbiamo dedicato un paio d’ore anche alla splendida Assisi, affollatissima in qualsiasi periodo dell’anno.

Difficilmente ormai passiamo più di due mesi senza vedere i nostri amici Pavel & Týna, di fatto una vera e propria famiglia acquisita. Ecco perchè li abbiamo convinti a raggiungerci per il primo fine settimana di marzo nella Costiera Amalfitana, passato tra Sorrento, Amalfi e Positano. Panorami difficili, se non impossibili, da dimenticare, così come le strade per raggiungerli…

Cerchiamo di approfittare sempre del ponte di Pasqua per passare qualche giorno all’estero. Stavolta però non siamo saliti su nessun’aereo, preferendo incontrare di nuovo gli amici. Abbiamo optato per due destinazioni a metà strada, facilmente raggiungibili sia dalla Toscana che dal nord della Boemia in auto: Lubiana e Zagabria. La capitale slovena è stata sicuramente la più bella sorpresa dell’anno, su quella croata ho invece ancora qualche riserva…

Come ormai ogni maggio che si rispetti, c’è un appuntamento “romano” imperdibile: la JibLand, la convention dedicata tra le altre anche alla serie Outlander. Purtroppo, a differenza dello scorso anno, Sam Heughan non era presente, ma mi sono comunque divertita moltissimo ed ho avuto modo di concentrarmi maggiormente su altri attori, tra tutti lo straordinario David Berry. La foto più carina è però con Steven Cree, matto da legare!

Nonostante la partenza super dei primi 5 mesi dell’anno, giugno l’abbiamo passato buoni buoni a casa. Non luglio, che ci ha visti raggiungere di nuovo gli amici, stavolta sul Lago di Garda. Sono stata in quella zona numerose volte, ma mai nella parte nord, dove Riva, Limone ed Arco si sono rivelati delle bellissime sorprese. In particolare Limone, che rimane uno degli articoli più cliccati sul blog.

Le ferie estive al solito si sono rivelate molto “impegnative”.
Prima di raggiungere la Repubblica Ceca in auto, abbiamo fatto un paio di stop in Slovenia: la fontana di birra di Žalec e Maribor erano da un po’ sulla mia lista e non mi hanno affatto deluso. 
Dopo qualche giorno a Teplice ed un bellissimo intermezzo in solitaria a Praga, il nostro girovagare ci ha portato per un fine settimana a Lipsia, ancora in compagnia di P&T.

Sulla strada del ritorno verso la Toscana, abbiamo optato ancora per qualche stop nella piccola ed assolutamente sorprendente Slovenia. Kranj è minuscola, ma nasconde molteplici sorprese. Lubiana l’abbiamo trovata come l’avevamo lasciata pochi mesi addietro, bellissima e viva. Su Pirano ho qualche riserva, soprattutto dovuta al numero esagerato di turisti e al caldo torrido.

A fine settembre abbiamo ricevuto un’altra graditissima visita da P&T, che ci hanno raggiunto in Toscana in auto per qualche giorno. Non sapendo ormai più dove portarli a breve raggio, abbiamo optato per una gita a San Gimignano ed un’altra all’accoppiata vincente Spello/Assisi. Due paesi patrimonio UNESCO a distanza di qualche ora, sono proprio fortunati ad avere degli amici come noi (e soprattutto che abitano dove abitiamo noi)!!

Ottobre ci ha visti partecipare per la prima volta al TTG, la fiera di settore che si tiene a Rimini. Ho avuto modo di conoscere alcuni dei miei carissimi colleghi blogger, e di capire un po’ meglio i meccanismi che stanno dietro ad un lavoro all’apparenza semplice, ma che in realtà è durissimo.
Abbiamo approfittato della vicinanza per tornare a San Marino, un luogo molto caro a Pavel. Per la prima volta abbiamo visitato il castello ed il bastione, un’esperienza che ho sempre stupidamente rimandato. Credo che ogni volta che metterò piede nella più antica repubblica del mondo, non potrò più farne a meno.

Esattamente come nel 2016, il viaggio dell’anno, probabimente uno della vita, è stato quello in Scozia. Avevo le idee chiarissime già dai #traveldreams2017, e posso dire con orgoglio che il programma che avevo ponderato a fine 2016 è stato rispettato quasi nella sua totalità. Dunnottar, Aberdeen, Aberlour, Lossiemouth, Clava Cairns, Culloden, Inverness, Loch Ness, Pitlochry, Edimburgo. L’ho ripetuto più volte e lo ribadisco: il mio cuore è rimasto là. E questo 2018 DEVE necessariamente trovare posto per un altro viaggio tra le Highlands.

La nostra fine 2017, nonchè l’inizio del 2018, è stata al solito in Repubblica Ceca, insieme a famiglia ed amici. All’orizzionte non si prospetta niente di nuovo da visitare, abbiamo meno tempo del solito e quasi 2 giorni se ne vanno via per il viaggio, ma spero di riuscire ad aggiungere qualcosa sulla strada del ritorno, ho già un paio di idee…

È il 1° gennaio, ed è ora di (ri)cominciare a programmare, perchè questo 2018 non può essere di certo da meno dell’anno appena concluso. Anzi, sappiamo già quale sarà la prima destinazione: torniamo in Spagna!! Proprio come lo scorso anno per Edimburgo, su suggerimento di Pavel sua mamma ci ha regalato due biglietti aerei per un fine settimana a…
…………………. rullo di tamburi …………………
SIVIGLIA!!!!!!
Non sto nella pelle, ed ho un mese esatto per programmare il tutto nei minimi dettagli.
Spero che il vostro 2017 sia stato bello tanto quanto il mio, e vi auguro un 2018 pieno di viaggi e di sogni da realizzare!

  1. Nuoooo ma tua suocera è il TOP! La voglio anche io *_*
    Quanto avete viaggiato ragazzi io altro che 1 su nove zero/zero! Però i sogni sono tali proprio perché non si avverano. Dai dico così per auto-consolarmi 😛
    Auguroni Celeste e che sia un 2018 ancora più viaggioso per te e per tutti noi girovaghi senza pace 😉
    Un bacione!

    1. Orsa, per certe cose è il top in effetti, per altre mmmmmmmm… diciamo che la distanza è una buona cosa spesso e volentieri!
      Ricambio in toto i tuoi auguri, speriamo che il 2018 sia un anno girovagante per entrambe. Grazie di essere passata, un bacione!

  2. Quanti viaggi interessanti hai fatto! Mi piacerebbe un sacco visitare la Scozia facendo un giro simile al tuo *-* e poi pure io voglio una suocera che mi regali biglietti aerei per Natale, uffa! Siviglia deve essere magnifica!
    Buon anno! :*

    1. Mi sento sempre come se non vado da nessuna parte, poi foto (e conti, sigh) alla mano vedo che tanto male non è andata. Anche se il mio vero obiettivo sarebbe uscire dall’Europa, ma come faccio a risparmiare se ogni tot. mesi sento la necessità di partire? Mah… Buon anno anche a te, che riservi tanti bei viaggi per entrambe!

  3. Oddio Siviglia! Che bella, una delle città che più mi sono piaciute, anche se ci sono stata pochissimo. Quasi quasi è ora di tornare anche per me…
    Ora mi aggiungi anche Poznán alla mia lista infinita: la Polonia è nei miei pensieri da un po’ ma non saprei bene da quale città iniziare.
    Buon 2018, un bacione 😍

    1. Mi fido tantissimo del tuo giudizio Silvia, anzi stasera vado a spulciare sul blog in caso tu avessi scritto qualcosa… è da un po’ che manchiamo dalla Spagna, e non vedo l’ora di partire!
      La Polonia è bellissima, Poznán anche ma se posso, ti consiglierei di iniziare da Breslavia, che secondo me è un gioiello vero e proprio, mi è piaciuta tantissimo!
      Buon 2018 “viaggioso” Silvia, e grazie di essere passata!

      1. Sai che non ho scritto niente su Siviglia? Ci sono andata anni fa quindi non ho mai pensato di mettere le idee nero su bianco, ma ora che mi ci fai pensare…
        Breslavia, non ci avevo pensato, ora vado a vedere se ci sono voli da Milano, grazie per il suggerimento 😍

  4. Cavoli Celeste, è stato un anno decisamente interessante! Sei riuscita ad organizzare un sacco di viaggi. 😊
    E anche il 2018 promette molto bene, Siviglia deve essere splendida!! ❤ Non vedo l’ora di seguirti.
    Ti auguro che sia solo il primo di molti splendidi viaggi per quest’anno!
    Un bacione

    1. Ciao Silvia!
      Sai che non me n’ero pienamente resa conto, fin quando non mi sono messa a scrivere? Qualche gioia ogni tanto…
      Sono emozionatissima per Siviglia, il tempo sarà pochissimo ed ho meno di un mese per pianificare tutto nei minimi dettagli.
      Ricambio il tuo augurio, incrociamo le dita per un 2018 super itinerante!
      Un bacione, e grazie di essere passata!

  5. Che bello rileggere dei vostri viaggi e sapere che vi ho seguiti passo passo, grazie ai social e al blog! E che bello avervi conosciuto quest’anno al TTG, anche se andavamo tutti più o meno di fretta! Intanto vi auguro un 2018 pieno di viaggi e chissà, magari ci incontreremo di nuovo! 🙂

    1. Penso la stessa cosa quando leggo i “bilanci” sugli altri blog. Ed è una bella sensazione, perchè sento proprio di aver in qualche modo condiviso quei viaggi! Vorrei avere avuto più tempo al TTG, ma anche se non ci vedremo a Milano, sono sicura che da qui a dicembre in qualche modo ci rincontreremo 😉
      Grazie di essere passata Stefania, un bacione!

  6. Ma perché a me nessuno regala mai biglietti aerei, perché???? Anche se io conosco i retroscena cruenti, devo dire che potrei pure chiudere gli occhi per un trattamento simile 😂😂😂!!!
    Un 2017 davvero ricco di viaggi, ricco di Scozia e, posso dirlo, che mi fa piacere aver condiviso con te, anche se per un breve tratto, durante il TTG.
    Non so cosa ci porterà il nuovo anno ma, di certo, i viaggi sono l’unica, meravigliosa sicurezza. Tutto il resto, grazie a loro, migliorerà!
    Bacioni,
    Claudia B.

    1. Nonostante i retroscena (che poi ti racconterò meglio in privato, che ne ho di nuovi), decisamente si possono chiudere entrambi gli occhi per dei regali così!!
      Un 2017 inaspettatamente ricco sì, ed io che ogni tanto mi mettevo in un angolo smunta… che scema!
      L’anno nuovo sicuramente ci farà rincontrare, dove e quando non si sa, ma abbi fede! Un bacione!!

  7. Non cambierei mia suocera per nulla al mondo (invasività =0) ma invidio il suo spirito di iniziativa quanto a regali! A noi regala soprammobili (che odio e che non so mai dove mettere….)
    Vi auguriamo un 2018 all’altezza, anzi anche superiore all’anno appena conclusosi!
    Un abbraccio
    Erica

    1. Non posso decisamente lamentarmi, anche se probabilmente andiamo d’amore e d’accordo perchè abita a più di 1000km… a noi regalava sempre o robe inutili, o robe giganti (della serie che una volta ci ha comprato il piumino coi cuscini, per fortuna eravamo in macchina), quindi Pavel ha iniziato ad indirizzarla sulla via giusta… mi sono scelta bene il fidanzato via!
      Ricambio assolutamente l’augurio, che sia un 2018 super itinerante ed emozionante per tutti. Grazie di essere passata Erica, un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto