Le più celebri località termali della Repubblica Ceca

Nonostante negli ultimi anni i soggiorni termali siano tornati prepotentemente di moda, non sono in molti a sapere che la Repubblica Ceca è un paese con una lunghissima tradizione alle spalle e sorgenti sparse un po’ ovunque. Le sue eccellenze sono note a livello europeo già da secoli, tanto che per grandi personaggi del passato quali Beethoven, Goethe, Mark Twain, Casanova, Freud e moltissimi altri erano meta molto ambita.

Così come nell’800, anche oggi l’attività degli stabilimenti si concentra principalmente nella cura di specifiche patologie. Va però da sé che le strutture siano al passo coi tempi e si siano perfettamente adeguate alle richieste della clientela, diventando di fatto delle vere e proprie oasi di pace e benessere. Elencarvele tutte sarebbe un’impresa, se ne contano una trentina sparse per tutta la Repubblica Ceca; di certo quelle più note meritano una visita, anche solo per una passeggiata nelle bellissime cittadine che le ospitano.

Il triangolo termale boemo: Karlovy Vary, Mariánské Lázně e Františkovy Lázně

Tra le più celebri località termali della Repubblica Ceca, il primo posto lo occupa di diritto il cosiddetto triangolo termale boemo, in lizza per entrare a far parte del patrimonio mondiale UNESCO ed aggiungersi così alle altre 12 già in lista.

Non è un caso che Karlovy Vary sia la seconda città più visitata del paese dopo Praga, ed il suo fascino è innegabile anche per coloro che non cercano relax ma “solo” cultura. Secondo leggenda, è proprio qui che è nato l’uso di curare certe malattie attraverso le acque, e a chi potrebbe andare il merito se non al grande ed onnipresente Carlo IV? Si narra che durante una battuta di caccia uno dei suoi cani sia caduto in una delle fonti di acqua calda; l’animale, spaventato, cominciò a lamentarsi così forte da attirare l’attenzione del sovrano, che decise di far analizzare il laghetto e provare ad usare sulla sua gamba malconcia la “strana” acqua. Constatato il successo dell’esperimento, fondò il primo nucleo della città proprio in concomitanza della fonte. Il nome Karlovy Vary (terme di Carlo) è, non a caso, proprio un omaggio a lui.

karlovy vary fonte termale repubblica ceca

Le terme di Karlovy Vary (Karlsbad in tedesco), raggiungibili in un paio d’ore da Praga, sono un’eccellenza a livello mondiale, oltre ad essere le più grandi, le più importanti e le più visitate della Repubblica Ceca. Ci sono in totale 60 fonti sparse per la città, 13 delle quali “appartengono” ai centri specializzati nelle cure di patologie legate soprattutto all’apparato digerente e locomotore, oltre che al metabolismo, il diabete e molte altre. La maggior parte delle fonti si trovano sotto i meravigliosi e celeberrimi colonnati di marmo, e disponibili a chiunque voglia attingere; ricordatevi solo che la temperatura dell’acqua va dai 40° ai 72° gradi circa, quindi attenzione a non bruciarsi!

Come dicevo, non occorre avere bisogno di cure o voler passare ore o giorni di relax per visitare una località termale, e questo si applica soprattutto a Karlovy Vary; prometto di parlarvene presto in un articolo dedicato, ma la città è davvero molto molto bella e piena di angoli da scoprire. Siate preparati ad una vera e propria invasione russa però!

karlovy-vary-colonnata-berightback

Vicinissimo al confine con la Germania, a pochi chilometri da Cheb, si trova la seconda località, nonchè la più piccola del triangolo, Františkovy Lázně (Franzensbad in tedesco). La cittadina ha uno stile leggermente diverso da quello della “sorella maggiore”, ma non per questo meno pittoresco; il fatto di essere anche meno frequentata le dona un fascino unico. Ci sono 23 sorgenti in totale che aiutano nella cura delle patologie ginecologiche, malattie cardiovascolari e dell’apparato locomotore, oltre che a programmi di oncologia.

La località più “giovane” del triangolo è infine Mariánské Lázně (Marienbad), che tuttavia può vantare una ricchezza di sorgenti davvero incredibile: 40 nel centro del paese, che raggiungono 100 se si considerano quelle nelle immediate vicinanze. È come trovarsi in una Karlovy Vary in miniatura, soltanto che qui i minerali contenuti nelle fonti sono molto più variegati e permettono di curare un numero più ampio di patologie: malattie respiratorie, dell’apparato urinario digerente e renale, disturbi nervosi e metabolici.

marianske lazne colonnata repubblica ceca

Poděbrady

Se si preferisce non allontanarsi troppo da Praga, la scelta ideale sono le terme di Poděbrady, ad appena 60km dalla capitale; alla visita tra l’altro può essere unita una gita alla vicina Kutná Hora, città patrimonio UNESCO, ed il suo famoso ossario.
Come salta subito all’occhio dal logo scelto per rappresentare la località, qui si è specializzati nelle cure cardiache, seguite da quelle legate al diabete e all’apparato muscolo-scheletrico. Negli ultimi anni sono stati aperti anche centri con programmi alternativi, come ad esempio quello per smettere di fumare, per perdere peso o per permettere ai super manager di vivere qualche giorno di totale relax.

D’altra parte, non ci saranno così tante fonti come nel triangolo boemo, ma c’è la Poděbradka, una delle acque minerali naturali più famose del paese e che viene venduta ovunque in Repubblica Ceca.
Non da meno, Poděbrady ha un centro molto curato e ricco di storia, ed è il castello più che il piccolo colonnato la vera attrazione. E se siete stati a Praga il nome non vi suonerà nuovo… vi dice niente Jiří z Poděbrad? Uno dei più grandi sovrani della storia ceca nacque proprio qui.

podebrady re giorgio terme repubblica ceca

Teplice

Teplice, la mia casa lontano da casa, è una delle più rinomate località termali della Repubblica Ceca e la più grande dopo Karlovy Vary. Non solo: oltre ad essere la più antica del paese, è una delle più vecchie di tutta Europa. Nonostante questo, né io né Pavel (che c’è nato oltretutto) abbiamo mai provato gli splendidi servizi che offrono… però amiamo passeggiare per la Lázeňská ulička mentre sgranocchiamo degli oplatky (cialde ripiene) appena sfornati, vale?

Tornando seri (assaggiateli gli oplatky, li trovate freschi in tutte le località termali e confezionati al supermercato), la qualità delle cure e la posizione a pochissimi chilometri dal confine tedesco hanno fatto di Teplice, ai tempinota anche come “piccola Parigi”, uno dei salotti d’Europa, frequentato da sovrani ed altri grandi personaggi della storia; non a caso uno degli stabilimenti più famosi è dedicato a Ludwig van Beethoven. Il nome stesso della città nel ceco antico significa “sorgente calda”.
Qui si viene per curare malattie vascolari e  nervose, problemi al sistema muscolo-scheletrico, oltre che a dedicarsi alla riabilitazione post-traumatica.

teplice terme repubblica ceca

Lázně Libverda

Il piccolo complesso di Lázně Libverda si trova vicinissimo al confine polacco ed appartiene alla municipalità di Liberec.
Lo stabilimento termale, ex residenza della casata nobiliare dei Clam-Gallas, risale a fine ‘700, ma è già dal medioevo che i benefici curativi delle acque delle sorgenti erano noti. Queste sono particolarmente efficaci per la cura di malattie al sistema cardio-circolatorio, apparato locomotore, disturbi mentali e riabilitazione post-operatoria e post-traumatica.
Vista la sua posizione unica, praticamente in mezzo alla foresta, Lázně Libverda godono di un micro-clima speciale dove stranamente non fa mai né troppo freddo né troppo caldo. Degno di nota è anche il ristorante della spa, a forma di gigantesco barile di birra.

lazne libverda terme repubblica ceca

Luhačovice

Chiudiamo questa breve lista spostandoci in Moravia, per l’esattezza a Luhačovice, nel distretto di Zlín, poco distante dal confine con la Slovacchia. A differenza delle precedenti, la cittadina offre molte attività oltre alle classiche cure termali, come nuotare nella diga, fare escursioni nei dintorni in bici o a piedi, o pattinare nella pista di pattinaggio che costeggia il lago; inoltre a renderla unica ci pensano gli edifici in stile “liberty popolare” del famoso architetto slovacco Dušan Jurkovič.
Dalle sue fonti fuoriescono 18 tipi di acque minerali diverse, considerate tra le più efficaci d’Europa nella cura delle malattie all’apparato digerente, respiratorio, muscolo-scheletrico e digestivo.

luhasovice terme repubblica ceca

Prima di lasciarvi, vorrei aggiungere qualche curiosità legata alla secolare e sempre viva tradizione termale della Repubblica Ceca riportando (e traducendo in breve) un originalissimo elenco dal sito Jedeme do lázní (letteralmente, “andiamo alle terme”).
Qual è il/la più…..

→ giovane centro termale? Le terme di Lednice, stabilimento Perla, datato 2009.
recente tra i colonnati termali? Chiaramente quello di Lednice.
visitato tra i monumenti UNESCO e facente parte di un complesso termale? Ancora Lednice, che fa parte dell’area di Lednice-Valtice.
antico centro termale? Quello di Teplice
famoso centro termale? Karlovy Vary, e non solo a livello nazionale ma mondiale.
alto centro termale? Lo stabilimento di Jáchymov si trova a 673 metri. Tra l’altro è stato il primo ad adottare nel 1906 cure tramite il radon, un gas radiattivo naturale.
basso centro termale? Hodonín è a 167 metri sul livello del mare.
piccolo centro termale? Karlova Studánka conta appena 250 abitanti permanenti.
originale centro termale? Františkovy Lázně è una delle prime terme di fango al mondo.
calda tra le sorgenti? È una di quelle di Karlovy Vary, che può raggiungere i 73,4°.
antica sorgente minerale? Quelle di Mariánské Lázně hanno una temperatura tra i 7° ed i 10°.
antico centro di idroterapia al mondo? Lo stabilimento di Jeseník, dove nel 1822 nacque Vincenz Priessnitz, il primo che iniziò ad usare il metodo.
famoso parco balneare? Ancora a Jeseník, dove l’acqua del ruscello è regolata con sistemi di arresto integrato per idroterapia e relax.

Nessuna delle foto presenti in questo articolo è stata scattata da me o mi appartiene. Ho foto di Teplice e Karlovy Vary, ma non abbastanza rappresentative. Nel caso in cui ci fosse qualche problema, siete pregati di contattarmi e rimuoverò l’immagine “incriminata” all’istante.
There are 4 comments
  1. Non pensavo di dirlo, ma quanto charm in questi bagni termali! Avevo sentito nominare soltanto Teplice ma ora ammetto di essere super preparata nella scelta XD

    • Davveri avevi sentito nominare Teplice???? Ho gli occhi a cuoricino, ma credo sia più facile che possa trattarsi del quasi omonimo in Slovenia, anche lì ci sono le terme e sono moooolto più conosciute in Italia. E ce n’è uno anche in Slovacchia 😀 Un nome poco usato insomma!
      Comunque personalmente sono stata solo lì e a Karlovy Vary, nella seconda si respira un’aria d’altri tempi! Devo tornarci per forza a breve!

  2. Salvato subito nei preferiti, queste terme valgono già una visita anche solo per la loro architettura! Non credevo che ce ne fossero così tante e di così belle in Repubblica Ceca!

    • Purtroppo è una cosa abbastanza sconosciuta dalle nostre parti, ce ne sono moltissime in Slovenia in fondo, oopure Budapest che ne ha in centro città; io conoscerei solo quelle se non fosse per “vie traverse”. Comunque Karlovy Vary è un gioiello vero, ha un’architettura da urlo. Io non sono una da terme ma ci torno sempre volentierissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #2ac8e0;background-size: cover;background-position: center bottom;background-attachment: fixed;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 300px;}div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container.dfd_stun_header_vertical_parallax {-webkit-transform: -webkit-translate3d(0,0,0) !important;-moz-transform: -moz-translate3d(0,0,0) !important;-ms-transform: -ms-translate3d(0,0,0) !important;-o-transform: -o-translate3d(0,0,0) !important;transform: translate3d(0,0,0) !important;}